La dedizione spontanea non è così rara come si possa pensare. Molte persone, sicure ormai di fare del bene, essendo appoggiate e facilitate dall’amministrazione superiore, andrebbero certamente, e qualcuna addirittura a proprie spese, a svolgere un compito così eminente e caritatevole. Nel nostro secolo egoista, quale migliore attrattiva per i cuori generosi, per i caratteri cavallereschi, che corre gli stessi rischi dell’uomo d’armi, con una missione volontaria di pace e di consolazione!

Henry Dunant, “Un Souvenir de Solférino” (pag 81)
VOLONTARIETÀ
Il Movimento è un’istituzione di soccorso volontario non guidato dal desiderio di guadagno.

 

Nota: il volontario è la persona che aderisce all’organizzazione di sua spontanea volontà e senza alcuna costrizione. Questo però non toglie che alcune prestazioni possano essere retribuite per i dipendenti, ovvero quanti fanno una scelta di vita professionale di aderire ai Principi del Movimento e di aiutare il prossimo .